giovedì 28 aprile 2011

Ieri ho comprato una nuova tivvù.
Ho letto un libro che avrei potuto scrivere io.
Ma non l'ho scritto e credo che ormai non potrò più scriverlo.
Mi ficco in situazioni da cui non so usciree che mi ricordano ancora di più che falilmento sia la mia vita.
Un fallimento da cui per il momento non riesco ad uscire.
Ho visto in questi giorni tante immagini della guerra e della liberazione.
E solo una cosa mi viene in mente: ODIO.
Io odio quello che è stato fatto al nostro paese.
Odio le persone sorridenti che applaudono all'arrivo degli alleati, mentre fino al giorno prima applaudivano sorridenti al pelato sul balcone.
Odio che tutti pensino che a liberarci siano stati gli alleati, quando non è così.
Odio chi ancora oggi riesce a difendere quei maiali che ci hanno trascinato alla distruzione.
Poi mi guardo intorno e mi cadono le braccia: a nulla è servito.

3 commenti:

  1. condivido pienamente le tue sensazioni rispetto a questo paese e quel che ci circonda, mi sembra davvero di vivere in una pessima barzelletta.

    RispondiElimina
  2. Ho 17 anni e sono delusa dal comportamento di chi ci rappresenta ma soprattutto da chi alla mia età se ne fotte. Che paese..

    RispondiElimina